#Ambiente

L'impatto sull'ambiente

Le azioni strategiche contenute negli 11 indirizzi programmatici aggregate trasversalmente per l’impatto, l’interesse o la valenza che hanno sul tema ambientaleUna lettura che completa la visione di governo della città, insieme a quella degli indirizzi programmatici.

Oltre al verde, alla qualità dell’aria, al risparmio energetico e a una gestione efficiente dei rifiuti, ambiente è tutto ciò che è sostenibilità. Mobilità sostenibile, turismo sostenibile, rigenerazione urbana, orti urbani, sport all’aria aperta e molto altro.

Progetto di riqualificazione aree verdi e arredi dei servizi per la prima e seconda infanziaSono stati riqualificati numerosi giardini scolastici: Andrea del Sarto (Q2), SM Coverciano (Q2), Pilati (Q2), La Tana dell’Orso (Q2), Ximenes (Q3), Palla Pillotta (Q3), Gramsci (Q4), Cadorna (Q5), Rodari (Q5), Piccolo Naviglio (Q5)
Realizzazione e ristrutturazione delle scuole comunali:
– Materna S.M. a Coverciano: completamento lavori
– Calvino: realizzazione nuova scuola
– Dino Compagni:ricostruzione della nuova scuola
– Bechi: prosecuzione e completamento dei lavori di ampliamento
– Carducci: prosecuzione e completamento dei lavori di ristrutturazione
– Matteotti, Machiavelli, Kassel, Mameli, Duca d’Aosta: affidamento ed esecuzione di lavori finalizzati alla sicurezza degli immobili
Da inizio mandato ad oggi sono stati investiti 32 milioni e 733 mila di euro nell’edilizia scolastica
(comprensivi dei 12 milioni per la ricostruzione della Dino Compagni, finanziata con un mutuo) a cui si aggiungono oltre 8 milioni (8.365.585 euro) per la bonifica dall’amianto,la demolizione e la ricostruzione del biennio dell’Isis Da Vinci.
Rispetto all’azione specifica: la scuola materna S.M. a Coverciano è stata inaugurata nel settembre 2014. Nella scuola Bechi in data 13.5.2014 è stata inaugurata la nuova mensa scolastica. La scuola Bechi è stata altresì oggetto di altre lavorazioni di adeguamento e messa a norma completate nel 2017 (finanziamento ministeriale). Inoltre, sempre per la Bechi, è stato inaugurato l’auditorium il 5.6.17.
La scuola Calvino, nuovo edificio scolastico di circa 3500 metri quadrati, è stata inaugurata nel settembre 2015. Il progetto della nuova scuola secondaria di primo grado Dino Compagni, è stato presentato a giugno 2017 alla cittadinanza. Ad aprile 2017 è partita la cantierizzazione dell’appalto di costruzione. I lavori di riqualificazione della scuola Carducci, coperti da finanziamento regionele, sono stati completati nell’estate 2014.
Nel 2014 chiusi i lavori finalizzati alla sicurezza delle scuole Matteotti e Duca D’Aosta.
I lavori sulla copertura della scuola Kassel sono stati eseguiti per lotti nel 2014 e 2015 (quest’ultimo finanziato con contributo statale).
Anche la scuola Mameli è stata oggetto di più interventi: uno ultimato e uno in ultimazione nel 2017).
🔶
Realizzazione interventi finalizzati a “portare allegria” nelle scuole:
– Enriquez Capponi: piano dei colori studiato con gli alunni, i genitori e le insegnanti;
– Bechi, Calvino, Dino Compagni: scelte condivise nella progettazione e nell’esecuzione dei lavori, promozione della street art
Nel maggio 2014 è stato inaugurato il nuovo refettorio della scuola Bechi di Via Bugiardini che può ospitare fino a 150 bambini e che prende il posto del vecchio refettorio con il tetto in cemento-amianto: una sala spaziosa e luminosa, decorata da un murales con melanzane e peperoni, fette di pane e frutta.
Il piano dei colori della scuola Capponi è stato studiato con alunni, genitori e personale docente e realizzato .
Le scelte progettuali dei nuovi edifici scolastici Calvino e D.Compagni sono state oggetto di condivisione col personale docente e abitanti dei quartieri.
Per la promozione della street art si evidenzia anche il murales realizzato a novembre 2017 da un’artista afgana sulla facciata dell’Istituto tecnico superiore L.Da Vinci.
E’ stato inoltre inaugurato nel giugno 2016 il murales realizzato da un artista presso la scuola Anna Frank coinvolgendo gli alunni del plesso.
Creazione di un progetto di street art pubblica, introducendo delle figure definibili “antenne giovanili”, che segnalino spazi da “riusare” soprattutto nelle periferie, creando dei progetti che riqualifichino e valorizzino gli spazi individuati. Sarà adottato un regolamento per la concessione degli spazi da dipingere e la promozione di campagne di ‘colore per la città’Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del 13/10/2016 è stato approvato il regolamento per le attività di stree art, volto a riconoscere la Street Art, valorizzare le varie forme della sua espressione e promuoverne un esercizio rispettoso della città per le finalità di:
– arricchimento degli spazi pubblici con percorsi artistici innovativi, a cielo aperto;
– valorizzazione degli spazi urbani e contrasto alle forme di vandalismo su beni pubblici o privati
della città.
La GIunta nel 2017 ha approvato un elenco di 53 spazi per la street art, di cui 35 destinati alla realizzazione di progetti di interesse dell’Amministrazione (o di altri soggetti che ne facciano richiesta) e 18 alla libera espressione artistica dei writers.

Tenere vive le strade : sviluppare le Reti di associazioni delle attività commerciali e di somministrazione per coniugare le esigenze di tenere vive le strade con la lotta alle situazioni di degrado e di abbandono degli spazi pubblici; il primo antidoto all’insicurezza è ricreare un tessuto sociale che veda i residenti soggetti attivi.Con lo scopo di valorizzare alcune zone della città sono stati approvati con atti del 2016 e 2017 degli accordi di collaborazione con Associazioni-Accademie per sviluppare dei progetti di “Cantieri Creativi” mirati all’espressione artistica di street artistis sugli spazi di cantiere.
Con la collaborazione dell’Associazione Via Maggio sono stati realizzati nel maggio 2016 due murales sulle pareti dei fabbricati laterali prospicenti l’ingresso alla tribuna del campo di calcio La Laurenziana aventi come obbiettivo la comunicazione del valore etico ed educativo dello sport .
Un recente murales (nov.2017) è stato realizzato da un’artista afgana sulla facciata dell’Istituto tecnico superiore L.Da Vinci: l’opera pone l’attenzione sulla violazione dei diritti umani delle donne in Afganistan, lanciando però sempre un messaggio di speranza, in questo caso rappresentato dalla musica.
E’ stato inaugurato nel giugno 2016 il murales realizzato da un artista presso la scuola Anna Frank coinvolgendo gli alunni del plesso.

Sviluppare percorsi partecipativi che coinvolgano cittadini ed associazioni interessate, riprendendo i temi dei “100 luoghi” e non solo, finalizzati a definire gli obiettivi della realizzazione degli interventi sul territorio e della progettazioneDal 2015 sono state organizzate le Maratone dell’Ascolto, migliorandone via via il successo in termini di partecipazione e sviluppando strumenti per l’efficace e continuativo monitoraggio dei feedback delle Maratone stesse.
Si ricorda per il 2016: “Le Cascine di Firenze: la città nel parco” del 27 febbraio, “I Ciompi. Tra piazza e mercato” del 24 maggio, “Cultura -Organizzare, promuovere e produrre: sfide e opportunità per il sistema culturale fiorentino” del 22 ottobre.
Si è dato, inoltre, avvio ad una attività di monitoraggio periodico delle azioni poste in essere dall’Amministrazione sui temi affrontati nelle Maratone dell’Ascolto, costituendo in tal senso una prima positiva esperienza la rendicontazione effettuata sui risultati ottenuti a seguito della Maratona sul tema “Firenze patrimonio Unesco – Per il piano di gestione di Firenze patrimonio mondiale”, svoltasi nel 2015.
Piano Strategico Città MetropolitanaIl 5 aprile 2017 il Consiglio Metropolitano ha approvato il Piano Strategico della Città Metropolitana di Firenze. Per la sua realizzazione è stato costituito un Comitato Promotore al quale hanno partecipato Università, Camera di Commercio ed Ente Cassa di Risparmio di Firenze insieme alla Città Metropolitana. Il lavoro è stato guidato da un percorso partecipativo di ampio respiro che si è affiancato al Comitato Scientifico.

Anniversari e grandi appuntamenti
– Realizzazione a Firenze del Forum Unesco 2014 sulla cultura e sulle industrie culturali
– EXPO 2015
– Firenze Capitale
– 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri
– Sinodo e venuta del Papa
– ONU Anno internazionale della luce e tecnologie basate sulla luce
– anniversario alluvione (2016)
– G8 (2017)
Forum Unesco: l’evento è stato realizzato nei giorni dal 2 al 4 ottobre 2014. I risultati sono stati notevoli sia per numeri di presenze sia per feedback di gradimento a livello internazionale. Insieme a MUSE è stata realizzata una presentazione con i dati più rilevanti.
Nel 2015, grazie all’azione trasversale di molteplici Direzioni del Comune, la ben riuscita organizzazione dei molti grandi eventi. In particolare: celebrazione dei 150 anni di Firenze Capitale, EXPO2015, Celebrazioni per i 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri,”Unity in Diversity”,Visita del Papa,Vertice Nato sul Mediterraneo . E ancora nel 2016: 50° Anniversario Alluvione. Secondo il programma previsto da deliberazione G.C. 471/2016, gli eventi si sono svolti con un ottimo risultato in termini partecipativi (per l’anniversario dell’alluvione più di mille gli “Angeli del Fango” provenienti dalle più diverse parti del mondo). Inoltre la celebrazione 150° Anniversario delle relazioni Italia Giappone, la.IV edizione del Wired Next Fest 2016 (festival internazionale dell’Innovazione), il World Superyacht Awards 2016, l’anteprima mondiale del film Headache – Inferno.
Si è tenuto a Firenze il G7 della Cultura il 30 e 31 marzo 2017. E’ stata la prima sessione di G7 sui temi culturali mai affrontata.
Relazioni con operatori internazionali. Sviluppare il centro sino italiano di design nelle 2 sedi di Firenze e Shanghai; attrarre investimenti stranieri attraverso progetti di marketing territoriale e partecipazione al progetto EU Cina Green Smart CitySono proseguiti i rapporti con la municipalità di Shanghai per l’animazione del Centro Sino Italiano di design a Villa Strozzi. Nel corso del 2017 una nuova pagina della collaborazione Italia-Cina in ambito culturale e creativo grazie alla celebrazione del quinto anniversario del Sino Italian Design Exchange Center Shanghai Florence, un avamposto cinese d’avanguardia dell’industria del design e della creatività. In tale occasione è avvenuta la visita del leader Han Zheng, membro dell’Ufficio politico del Partito Comunista Cinese e segretario del Comitato municipale di Shanghai. Grazie al rilancio dell’accordo nel corso del 2017 è avvenuta una trasferta di artigiani fiorentini accompagnati da Artex a Shanghai.
Progetto Forte di Belvedere 
Turismo ambientale: completamento dell’allestimento del Centro Viste delle Cascine e ampliamento delle attività rivolte alla promozione del Parco e delle attività culturali e del tempo libero relative al sistema dei parchi storici e dei giardiniSi sono realizzati interventi di riqualificazione e adeguamento del complesso denominato “Ex Scuderie Granducali”, composto da un corpo centrale “Centro Visite” e da un corpo laterale “Ex Fabbri”, le cui risorse sono state attinte dai fondi PRSE FAS E POR CReO, secondo gli indirizzi precisati nel Masterplan Parco delle Cascine approvato dall’Amministrazione nel 2012. Il suddetto piano di valorizzazione prevede specifiche destinazioni funzionali affinché lo stesso si configuri come un centro polifunzionale destinato alla produzione culturale e sede deputata allo svolgimento di attività ed eventi culturali. Con deliberazione n.565 la Giunta Comunale ha dato incarico alla Direzione Cultura e Sport di procedere con l’emanazione di un apposito avviso di selezione pubblica per la individazione di soggetti in grado di gestire in concessione gli spazi situati nel parco delle Cascine, denominati Ex Fabbri e Centro Visite, comprensivi degli spazi esterni e dell’area a verde attigua, per la realizzazione di servizi culturali e di informazione turistica. Con Determinazione Dirigenziale n° 2017/00906 è stato bandito l’Avviso Pubblico per la concessione a terzi degli immobili suddetti.
Con successiva determinazione Dirigenzialein data 19 ottobre 2017 è stata disposta l’aggiudicazione della concessione al soggetto
Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee.
La consegna degli Immobili e la stipula del contratto avverrà dopo i controlli e le verifiche dei requisiti.
Turismo Sostenibile: implementazione, in stretto raccordo con la Regione Toscana, dell’Osservatorio Turistico di Destinazione (OTD) per l’analisi sull’impatto e sulla sostenibilità del turismo e l’individuazione di iniziative di promozione attraverso il dialogo sociale con tutte le componenti cittadine coinvolte, nonché in stretta collaborazione con le altre grandi città italiane di destinazione turistica (Protocollo GDITS – Milano, Venezia, Prov. Rimini, Firenze, Roma, Napoli)A seguito di avviso pubblico della Regione Toscana per la manifestazione di interesse da parte dei Comuni per l’adesione alla fase applicativa del progetto Toscana turistica sostenibile e competitiva – fase 2 – applicazione del modello di gestione sostenibile delle destinazioni turistiche,con decreto della Regione Toscana n. 5869 del 28/11/2014, è stata approvata la graduatoria dei Comuni, assegnando al Comune di Firenze il finanziamento di €30.000,00. Al Centro Studi Turistici (CST), ente partecipato dal Comune di Firenze,è stato affidato il servizio di aggiornamento dell’Osservatorio Turistico di Destinazione Comunale.
Unesco – Piano gestione: approvare e individuare nel nuovo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze lo strumento efficace per incentivare l’interazione, la sinergia e il coinvolgimento multidisciplinare (olistico) dei soggetti che agiscono, modificano e valorizzano il patrimonio della città nei vari settori: dal recupero delle infrastrutture abbandonate o sottoutilizzate, alla rivitalizzazione degli spazi pubblici, alla gestione del turismo, della mobilità, dell’immagine della città e del suo spazio pubblico e nella gestione dei macro cantieri. Nell’approccio internazionale creare le condizioni per una progettazione dedicata ai temi della valorizzazione del patrimonio e della gestione “intelligente” della città in un approccio multidisciplinare con le città Patrimonio dell’Umanità gemellate con FirenzeIl Piano gestione centro storico area Unesco è stato approvato con GC n. 8 del 19.1.2016
Il Piano è stato approvato a seguito di una serie di tavoli di lavoro, avviati nel 2013 con la precedente Amministrazione , che hanno visto la partecipazione delle principali istituzioni e stakeholders coinvolti nella conservazione e valorizzazione del patrimonio UNESCO. Si è tenuto un percorso di partecipazione dedicato al Piano di Gestione attraverso la modalità di una Maratona dell’Ascolto, svoltasi tra il 14 novembre e il 25 novembre 2015 con la presenza attiva di portatori di interesse, cittadini e comitati, i cui risultati sono parte integrante del Piano di Gestione.

Approvazione del regolamento urbanisticoIl Regolamento Urbanistico e la contestuale variante al Piano Strutturale sono stati definitivamente approvati dal Consiglio Comunale in data 02.04.2015 (deliberazione n.25). A distanza di poco più di due anni è stata approvata la prima variante di manutenzione (luglio 2017), per lo più di carattere normativo, per permettere una più agevole operatività dello strumento. Il Regolamento Urbanistico è stato inoltre variato per accogliere l’intervento di messa in sicurezza idraulica del torrente Mensola e per l’adeguamento al Piano di Gestione Rischio Alluvioni successivamente intervenuto. Una variante puntuale è stata approvata per consentire la modifica dell’assetto del centro sportivo ACF.
Accompagnare il processo di rigenerazione urbana che si avvierà con gli interventi, previsti nel RU, di riqualificazione pubblica e mantenere la regia di quelli privati attraverso i piani attuativi ed i permessi a costruire convenzionati, consentirà l’effettivo sviluppo e miglioramento delle aree e dei servizi pubblici a beneficio dei cittadiniIl processo di rigenerazione urbana, come descritto ed articolato all’interno delle previsioni di RU, è stato avviato e variamente condotto con riferimento alle seguenti aree per le quali è qui fornita una sintetica descrizione di stato:
AT 12.20 Repubblica: la convenzione èstata sottoscritta il 28.07.2015
AT 08.03 Ex Lazzi: la convenzione èstata sottoscritta l’11.11.2015
AT 01.05 Piazzuola: la convenzione èstata sottoscritta l’14.12.2015
AT 12.15 Lavagnini: la convenzione èstata sottoscritta il 10.02.2016
AT 12.39 Cerretani: la convenzione èstata sottoscritta il 24.10.2016
AT 06.01 Ex Inps: la convenzione èstata sottoscritta il 10.08.2016
AT 03.02 Campeggio Rovezzano: la convenzione è stata sottoscritta il 7.12.2016
AT 12.08 Ex Inarcassa:la convenzione è stata sottoscritta il 06.02.2017
AT 12.21 San Firenze: procedimento di approvazione del piano di recupero concluso in data 20.09.2017 con efficacia conseguita in seguito a pubblicazione sul BURT n. 38 di pari data del relativo avviso
27 sono inoltre i piani attuativi /di recuoero in istruttoria /da convenzionare (ATa 08.10 Ex Officine Grandi Riparazioni,AT03.05 Ex Enel Campofiore,AT 02.02 Sercambi,AT 03.26 Impianti Sportivi Dalla Chiesa 2,AT 04.02 Impianti Sportivi Carraia ,AT 08.01 Baracca Ferrovia,AT 10.22 Perfetti Ricasoli,AT 11.02 Ex Cerdec,
AT 12.11 Ex Teatro Comunale,ATa 12.26 Romito,AT 03.03 Erbosa,AT 12.01 Bufalini,AT 12.12 Ex Telecom
Masaccio, AT 10.03 Ex Panificio Militare, AT 12.18 Parcheggio Fonderia,AT 09.04 Ex Gover,
AT 12.24 Zanella,AT 12.04 Demidoff,AT 05.01 Conventino Nuovo,AT 08.04 Ex Manifattura Tabacchi,
AT 03.04 Ex Deposito Tram,AT 11.05 Quarto,AT 01.03 La Querce,AT 12.44 Portinari Salviati).
Avviare la trasformazione di oltre 700.000 metri quadrati di contenitori in cerca di una nuova funzione per farne spazi per residenza, housing sociale, servizi, coworking opportunità di lavoro, ma anche progetti di insediamento in città di funzioni legate all’industria creativa, all’economia della conoscenza e all’innovazioneSono complessivamente 313.464,72 i mq di superficie utile lorda in trasformazione da AT convenzionate e in istruttoria/da convenzionare.
Avviare la riconversione delle caserme che finalmente saranno restituite alla città, ma anche completare gli interventi a San Salvi per farlo diventare il “polo della memoria”, un luogo simbolico da restituire alla città per farne uno spazio culturale, abitativo e di nuova socialità.

E’ stato definito un accordo con il Ministero della Difesa per la valorizzazione delle Caserme e la cessione gratuita al Comune della Caserma Gonzaga ex Lupi di Toscana. La valorizzazione è stata effettuata e la Gonzaga acquisita.
Sono in corso di attuazione gli interventi per la valorizzazione di alcuni complessi quali: Caserma Cavalli che sarà destinata a incubatore, hub digitale e centro interazione e la ex Caserma Redi candidata ad ospitare l’hub europeo del progetto “E-RIHS”
European Research Infrastructure for Heritage Science, un’infrastruttura di ricerca distribuita in modo capillare in Europa per condurre ricerche di alto livello sui temi della “scienza applicata al patrimonio culturale, naturale e archeologico”, con l’obiettivo di migliorarne e innovarne le tecniche di conservazione.
Sono stati svolti concorsi di idee propedeutici alla riconversione delle ex caserme Gonzaga (Lupi di Toscana), Vittorio Veneto, Ospedale militare San Gallo. Per l Gonzaga completata la preselezione; per la VIttorio Veneto, pur essendo intervenuti nel dicembre 2016 gli esiti del concorso, il Comune è ancora in attesa della documentazione tecnica per espletare la procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione
Ambientale Strategica.
Per la caserma S. Gallo il concorso si è chiuso nel marzo del 2017 ma non sono stati ancora ricevuti gli esiti.

Il Polo della Memoria sarà realizzato all’EX3 di Gavinana dove sarà installato il Memoriale Italiano di Auschwitz, chiuso al pubblico dal 1981
e già trasportato a Firenze con la collaborazione di ANED, MIBACT e Regione Toscana.
Sarà anche previsto uno spazio museale dedicato alla Resistenza.

🔶
Fare rigenerazione urbana anche con lo spostamento dei volumi. Con il sistema della perequazione urbanistica introdotto dal regolamento urbanistico saranno eliminate le situazioni di degrado, creando nuovi spazi pubblici laddove la città è troppo densa. Consentendo ai privati di trasferire le superfici delle loro proprietà dismesse in parti di città dove è necessario ricucire gli spazi urbani per migliorare la vita comune, e ottenendo gratuitamente gli spazi lasciati liberi per la realizzazione di giardini, piazze e parcheggi si avrà un evidente vantaggio per tutta la città dalla periferia al centro storicoNel Regolamento Urbanistico è stara introdotta a a livello sperimentale la perequazione urbanistica coinvolgendo un numero estremamente limitato di aree ed immobili. Al momento nessun intervento è stato ancora attivato. Le problematiche rilevate riguardano le criticità tipiche del comparto urbanistico tradizionale collegate alla proprietà privata. Infatti molte delle aree di trasferimento individuate perché dismesse e abbandonate, interessano spesso in tutto o in parte procedure fallimentari con la conseguente impossibilità di aderire al comparto. Per quanto concerne le aree di atterraggio la criticità maggiore risulta legata all’assetto proprietario spesso molto frazionato che non trova il necessario accordo. In ultimo si registrano doglianze anche per ciò che riguarda la convenienza economica ad effettuare l’intervento derivanti dal differenziale della rendita di posizione fra le aree in trasferimento e le aree di atterraggio.🔶
Dare un nuovo volto a Piazza dei Ciompi tramite il restauro della piazza ed il mantenimento del mercato antiquarioNel 2016 il progetto di riqualificazione di Piazza dei CIompi è stato al centro di una maratona dell’ascolto. Nel corso del 2017 sono iniziati i primi lavori di riqualificazione dell’areai ( rifacimento dei marciapiedi di Borgo Allegri in pietra e della carreggiata in asfalto, rifacimento del marciapiede di via Buonarroti in pietra e riqualificazione carreggiata con ripristino delle pietre danneggiate, interventi all’interno del Giardino del Gratta dove sarà collocato un fontanello di acqua alta qualità. Il tutto per un investimento di 447mila euro). E’ stato approvato in agosto 2017 dalla Giunta il piano integrato per la riqualificazione del quartiere di Sant’Ambrogio che delinea i prossimi passi dell’intervento di riqualificazione di piazza dei Ciompi lanciando la fase di progettazione del giardino e confermandone al tempo stesso la funzione mercatale. Piazza dei Ciompi avrà infatti una nuova area verde centrale con intorno le postazioni per realizzare fiere e mercati.
Sostenere, in tutti i settori commerciali e anche nelle attività di somministrazione, la produzione e la filiera locale e quindi il rapporto di questi settori con la produzione localeCome stabilito dal “Regolamento misure per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del centro storico” l’amministrazione ha stabilito il 18/01/2016 il divieto di insediamento di nuove attività di commercio al dettaglio del settore alimentare e somministrazione nel centro storico, se non non nel rispetto di alcune prescrizioni. Tra queste, l’obbligo di mettere in vendita o somministrare prodotti di filiera corta o comunque tipici del territorio e della tradizione storico culturale della città di Firenze e della regione Toscana. Tale scelta è stata integrata, con modifica al regolamento citato in data 6/5/2017, con la scelta di impedire aperture dei nuovi esecizi degli ambiti citati per un periodo di tre anni nel centro storico della città.
Progettare la cittadella dei giovani, dello sport e degli eventi a Campo Marte, utilizzano lo stadio Franchi e con la pedonalizzazione di Viale PaoliTale progetto è connesso alla realizzazione del nuovo stadio, ad oggi non ancora attuata.
Promuovere la riqualificazione della Manifattura Tabacchi e dell’area Leopolda ferroviaria, Ex Officine Grandi Riparazioni Porta al PratoManifattura Tabacchi: grazie anche alla promozione effettuata dall’Amministrazione Comunale il complesso è stato acquisito da un fondo internazionale che,dopo aver effettuato un workshop con professionisti del settore immobiliare, ha definito la soluzione progettuale del piano di recupero.
Area Leopolda: a seguito della escussione della polizza fideiussoria a garanzia delle opere di urbanizzazione di cui al Piano Urbanistico Esecutivo , per il fallimento della CEPA Spa, il Comune sta completando alcune opare di urbanizzazione (giardino via Ponte alle Mosse).Dopo l’abbattimento della palazzina ex Enel proseguono le opere di urbanizzazione per l’area Leopolda vicino a Porta al Prato (PUE Paisiello). La viabilità è migliorata grazie alla apertura della prosecuzione di via Gui su via Paisiello. In corso definitiva sistemazione di piazza Bonsanti e il completamento del parcheggio interrato da 80 posti, di cui la metà passeranno al Comune).
Ex Officine Grandi Riparazioni Porta al Prato: concluso l’accordo preliminare necessario per l’approvazione del Piano di recupero del complesso. Attualmente il soggetto proprietario ha in corso le procedure per la vendita del complesso.
Riqualificare la Fortezza Da BassoNel 2015 sono stati approvati dall’Amministrazione il piano di recupero e il progetto preliminare per implementare la ricettività e l’attrattività della struttura come polo fieristico e per la sua conservazione,
Sottoscritto a ottobre 2016 l’ “Accordo Fortezza Da Basso Firenze” tra Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze e Camera di Commercio di Firenze. Sempre nel 2016 completato l’aggiornamento catastale e richiesto il nulla osta alla Soprintendenza. E’ stato approvato in linea tecnica a inizio 2017 il progetto definitivo per l’incremento delle dotazioni fieristico-congressuali (r la demolizione e ricostruzione del padiglione Cavaniglia, la rifunzionalizzazione e implementazione delle altre strutture e la realizzazione del nuovo padiglione Bellavista) per un importo di 142.300.000,00 euro. Gli interventi in ambito monumentale hanno previsto anche la creazione di un percorso turistico-museale aereo che permetta di accedere al camminamento di ronda posto sulla sommità della cortina muraria
Recuperare l’Ex Gasometro di San FredianoApprovata nel regolamento urbanistico la nuova destinazione del complesso che prevede l’utilizzazione di tale area anche come piccolo parcheggio meccanizzato. Tale ipotesi non ha suscitato interesse. Nel frattempo l’Amministrazione Comuale ha attuato interventi quali la riqualificazione e chiusura della tettoia per consentire la migliore fruibilità. Sono stati inoltre assegnati in concessione di valorizzazione alcuni complessi adiacenti all’ex Gasometro, oroginariamente abbandonati quali il S. Rosa bistrot.
L’Amministrazione Comunale ha ricevuto proposta per l’utilizzo del complesso che sta valutando.
🔶
Ampliare il numero dei beni sui quali attrarre l’interesse del privato per il restauro e le azioni conservativeProgetto FLIC – Florence I Care e piano di finanziamenti al restauro e azioni conservative tramite Art Bonus.
Nel corso del 2017 è stata espletata e conclusa la revisione del sito web dedicato alla promozione delle esperienze di partnerariato pubblico-privato con la riunificazione delle azioni di sponsorizzazione e di erogazione liberale all’interno di un unico portale di comunicazione con il cittadino. In tale ambito sono state riorganizzate le categorie di beni culturali suscettibili di restauri con il coinvolgimento del provato con l’ampliamento delle specifiche tipologie (chiese, palazzi, tabernacoli, etc.) e la revisione dell’elenco di sponsorizzazioni oggetto di specifico avviso annuale. Sono state, infine, avviate le prime esperienze di “adozione” dei monumenti finalizzate a garantire la manutenzione periodica dei beni post restauro, a partire dalla Fontana collocata nel cortile di Michelozzo.

Realizzazione di una piattaforma per la logistica urbana, fisica e digitale, in grado di rendere efficienti e non inquinanti le consegne in città, a partire dalle aree a traffico limitatoE’ stato realizzato in ambito urbano, in via Ponte alle Mosse, da parte di un soggetto privato, con il coordinamento dell’Amministrazione Comunale, un centro di distrubuzione di prodotti alimentari al dettaglio con consegna diretta all’utilizzatore previo ordine su piattaforma on line e utilizzo di mezzi non inquinanti. Da promuovere ulteriormente attività similari.
Attivazione nuovi punti di discesa bus turistici, per valorizzare la conoscenza turistica di luoghi significativi della città e facilitare l’intermodalità con bus più piccoli per gli spostamenti nelle zone centrali.E’ in corso l’individuazione di nuovi punti per la discesa/salita passeggeri a ridosso del centro storico e prossimi alle fermate di bus più piccoli per favorire l’interscambio per raggiungere le zone più centrali. Entro la fine dell’anno contiamo di attivare sperimentalmente almeno una fermata.
Sviluppo di un nuovo sistema telematico di controllo e di monitoraggio dei bus turistici, in grado di tracciarne telematicamente i percorsi e le soste in città, evitare l’evasione dei ticket e governarne al meglio la mobilitàGli uffici stanno procedendo a modificare i criteri per la determinazione delle somme da richiedere per il rilascio dei contrassegni ai bus per l’accesso e/o il transito in ZTL autobus da sottoporre al Consiglio comunale. La proposta prevede per i servizi transfer e autorizzati l’obbligo di installare un apparato di bordo (OBU) in modo da geolocalizzare e tracciare il percorso del bus in ZTL. Tutto questo al fine di contrastare l’evasione dei ticket e governare la mobilità. In fase di approvazine la nuova disciplina in modo di attivare il tutto entro la prima metà del prossimo anno.🔶
Realizzazione del by pass Mantignano Ugnano, realizzazione del by pass di Cascine del Riccio, realizzazione dello svincolo di Peretola, completamento del by pass del GalluzzoAd aprile 2017 inaugurato il primo e più esteso tratto del by pass Manitignano Ugnano in risposta ai problemi del traffico di attraversamento del centro abitato. A maggio 2017 è aperto al transito il by pass del Galluzzo, prolungamento della superstrada Firenze-Siena con via Cassia che migliora la vivibilità del centro abitato del Galluzzo e la viabilità in entrata e uscita da Firenze.E’ stato progettato con soluzioni all’avanguardia per la tutela dell’ambiente e la sicurezza. Per il bypass di Cascine del Riccio siamo in fase di fine dei lavori. Per lo svincolo di Peretola è stato approvato il progetto preliminare per la sua realizzazione (2016/G/00131) e nel gennaio 2017 la Soc. Autostrade per l’Italia S.p.A. ha trasmesso all’A.C., gli elaborati del progetto definitivo “Autostrada A11 Firenze – Pisa Nord tratto Firenze – Pistoia. Ampliamento alla terza corsia e opere di miglioramento dello svincolo di Peretola”. E’ stata approvata con delibera Giunta a settembre 2017 la Relazione unitaria conclusiva dei pareri della Conferenza di servizi che esprime parere favorevole con le prescrizioni, raccomandazioni,richieste chiarimenti, approfondimenti istruttori🔶
Realizzazione nuovo parcheggio scambiatore Villa CostanzaA giungno 2017 è stato inaugurato a Scandicci il parcheggio scambiatore di Villa Costanza, la prima struttura in Italia che permette la sosta direttamente dall’autostrada per utilizzare la tramvia e raggiungere il centro di Firenze in meno di mezz’ora. L’opera è stata realizzata da Autostrade per l’Italia in 12 mesi dalla disponibilità delle aree e con un investimento di oltre 16 milioni di euro
Definizione avvio dei lavori per l’adeguamento delle sede stradale di Via delle Bagnese, completamento della viabilità tra via delle Bagnese e Viadotto all’IndianoIn fase di progettazione definitiva l’ intersezione fra via delle Bagnese e Via Poccianti🔶
Riqualificazione di altre viabilità quali: Viale Pieraccini, Viadotto dell’Indiano (riqualificazione delle barriere), raccordo del VarlungoL’intervento di riqualificazione del Viale Pieraccini (Quartiere 5) è stato completato nel settembre 2014. Nel 2016 sono stati eseguiti i lavori di riqualificazione e manutenzione del viadotto del Varlungo. La riqualificazione delle barriere del viadotto dell’indiano non è stata avviata perchè interferente con le cantierizzazioni della tramvia in area svincolo di Peretola.
Realizzazione per la gestione della infomobilità di un sistema interconnesso di reti di sensori, di open data in tempo reale, di sistemi GIS evoluti per la georeferenziazione di cantieri e di percorsi di viabilità, di applicazioni per dispositivi mobili, e di sistemi di controllo remoto. Elementi di innovazione che i city users potranno utilizzare per vivere al meglio gli spostamenti in cittàl’Amministrazione ha realizzato il sistema “Firenze City Works”, che ha permesso di gestire in modo efficiente le attività di coordinamento dei cantieri stradali e il controllo delle alterazioni stradali ad opera delle società di gestione dei sottoservizi.
Realizzazione del sistema della centrale di controllo semaforico e gestione del traffico; Istallazione di sensori di traffico; Installazione di sensori di ghiaccioNel corso dell’anno 2015 è stato ampliato il numero degli impianti semaforici centralizzati (ovvero gestiti da remoto
mediante il sistema UTC Sigma che assicura la possibilità di modifica e coordinamento dei
paini semaforici) ed interfacciati in continuo con il Supervisore. E’ stato completato l’interfacciamento del sistema di sensori di traffico con il Supervisore ed è stata sviluppata l’interfaccia Sismic-Mistic per l’inserimento automatico degli eventi di traffico con il Supervisore;
Attivazione del sistema del Supervisore della Mobilità, per il coordinamento dei sottosistemi telematici di controllo della mobilità e per la comunicazione all’utenza, in tempo reale, delle condizioni del sistema della mobilitàAttraverso il coordinamento dei corrispondenti sistemi telematici nella piattaforma unica del Supervisore l’ Amministrazione Comunale ha sviluppato ed attivato un articolato sistema di Supervisione della Mobilità in grado di gestire in modo coordinato gli aspetti più rilevanti della mobilità urbana, quali:
– la gestione delle ordinanze temporanee per lavori ed eventi
– il monitoraggio del traffico e dei parcheggi
– la gestione dei portali di accesso alle ZTL ed aree pedonali
– il controllo semaforico
– il tracciamento della flotta del trasporto pubblico locale
Il sistema di Supervisione della Mobilità comprende anche una Piattaforma Informativa Multicanale per la comunicazione all’utenza in tempo reale delle condizioni del sistema della mobilità
Riqualificare e ampliare gli impianti di illuminazione pubblicaE’ stato redatto il progetto di ampliamento della pubblica illuminazione su tutti i tratti urbani nei quali è necessarrio tale servizio. Il progetto è stato finanziato con il bando Periferie Città di Firenze. Firmata la convenzione si procederà con indizione della gara.
Sostituire progressivamente i corpi illuminanti tradizionali con i LED2016 (PON Metro) : avviate le procedure di
affidamento degli interventi di riqualificazione per efficientamento ipianti di pubblica illuminazione
Apparecchi già installati a tutto il 31/12/2016: 2.809 (FUORI PON)
Apparecchi sostituiti dal 01/01/2017 al 30/09/2017 e già installati: 1.889 (FUORI PON)
Realizzare progetti pilota per una rete di illuminazione intelligente in grado di gestire funzioni di telecontrollo, videosorveglianza, monitoraggio ambientale, connettività wifi, etc.Tra gli interventi più significativi si segnala quello realizzato alle Cascine ovvero il nuovo impianto di illuminazione adattiva realizzato nel Viale delle Catena.
Ampliare la centrale di controllo semaforico e gestione del traffico attraverso i la realizzazione dei piani semaforici.Sono state acquisite nel 2015 ulteriori 43 interfacce di centralizzazione di impianti semaforici in modo da poter completare gli impianti connessi con la Centrale semaforica della viabilità comunale.Si rinvia inoltre al punto 6.25.
Realizzazione la ricucitura degli itinerari esistenti delle piste ciclabiliNel 2016 sono stati realizzati interventi di ricucitura delle piste ciclabili: attraversamento di Piazza Ferrucci, percorso: piazza L. B. Alberti – via De Sanctis – Ponte G. da Verrazzano – piazza Ravenna, Ricucitura della pista di via A. Modigliani, Collegamento delle due sponde dell’Arno mediante le corsie ciclabili sul ponte di G. da Verrazzano, Nuovo attraversamento semaforizzato di viale Belfiore
Realizzazione delle nuove piste ciclabili di Via Magellano e Via Perfetti RicasoliNel corso del 2015 sono stati completati numerosi tratti di nuove piste ciclabili: tra cui – via Magellano (per uno sviluppo di circa 600 metri) e via Perfetti Ricasoli (per uno sviluppo di circa 400 metri).Nel 2016 sono stati realizzati i seguenti interventi: percorso ciclopedonale nei giardini di via de’Vespucci, pista ciclabile di via del Sansovino
Completamento delle nuove piste ciclabili di Via Lazio – Via della SalaNel giugno 2014 sono stati completati i lavori per la realizzazione nuove piste ciclabili Via Lazio – Via della Sala .
Nel 2016: Completamento pista ciclabile via Magellano
3,8 milioni di euro già finanziati con un Pon Metro (finanziamenti europei) per 20 km di piste (nuove o ricuciture), che vanno a sommarsi ad oltre 200.000 euro sul 2017 per le manutenzioni ordinarie”.
Inoltre la Giunta ha approvato in ottobre 2017, con delibera, la realizzazione di nuove piste ciclabili e di tratti di raccordo tra le esistenti. Complessivamente si tratta di oltre 2,6 Km di nuovi percorsi riservati alle bici per un investimento pari a 950.000 euro
Realizzare parcheggi scambiatori per biciclette: completare la realizzazione del parcheggio per bici alla Stazione di S.M.Novella e potenziare la sosta bici nelle altre stazioniIl parcheggio per bici alla Stazione di S. M.Novella è stato completato ed attivato nel 2015.
Nel 2016 sono state installate nuove rastrelliere per n.435 nuovi posti bici;
In previsone sostituzione delle rastrelliere alle stazioni FS di Rifredi e di Campo di marte
Realizzare il sistema di Bike Sharing partendo dal centro storicoAd agosto 2017 è partoto il Bike Sharing a flusso libero Un sistema che, grazie alla georeferenziazione, garantisce maggiore flessibilità, economicità ed efficienza comportando minori costi di gestione e manutenzione rispetto a quello tradizionale a stazioni fisse.
A due mesi dal debutto a Firenze del servizio Mobike si sono avuti dati record con quarantunomila iscritti con una media giornaliera di 7700 utilizzi.
Incremento delle rastrelliere e georeferenziazione delle stesseAd oggi abbiamo raggiunto il valore di 1500 rastrelliere e 17000 posti bici.
Dall’inizio del 2017 i posti bici sono stati incrementati per 750 unità.
Per quanto riguarda i posti per bike sharing, ad oggi ne abbimao realizzati e verificati circa 130. La previsione è di arrivare almeno a 200.
Rinnovo del parco mezzi (più belli, più confortevoli, con meno barriere e meno inquinanti)E’ in fase di definizione l’accordo con la regione Toscana che prevede il mantenimento dell’attuale gestore del TPL per i prossimi due anni imponendo il rinnovo di almeno ulteriori 50 autobus. E’ un accordo provvisorio in attesa dell’entrata in vigore della assegnazione regionale.
Nel 2016 sono stati acquisiti 31 nuovi autobus che hanno completato un’azione generale di rinnovamento del parco mezzi a disposizione di ATAF iniziata nel 2014 in cui ne erano entrati in servizio 64. Il rinnovamento del parco mezzi, promosso dall’amministrazione comunale, ha consentito di ridurre complessivamente l’età media della flotta a 7 anni contro una media nazionale di 13. I veicoli entrati in servizio Euro 6 o elettrici, dotati di una nuova livrea, mirano a ridurre le emissioni inquinanti, oltre ad avere degli accorgimenti che consentono di disincentivare l’evesione tariffaria. Inoltre è stato migliorato il livello di confort offerto ai viaggiatori e gli standard di sicurezza offerti agli autisti oltre che agli utenti.
Ampliamento dei servizi di car sharing anche con l’introduzione di un sistema di car sharing a flusso liberoNel 2014 è stato attivato il del sistema di car sharing a flusso libero con due operatori e notevole apprezzamento.
A seguito di ciò nel 2015 si è provveduto alla pubblicazione di un ulteriore bando per la autorizzazione di un servizio di car sharing a flusso libero da attuarsi mediante veicoli a trazione totalmente elettrica, in modo da massimizzare i benefici ambientali di tale modalità di trasporto.
Il nuovo servizio è stato avviato nel mese di ottobre 2015. Nel 2017 sè è ampliata la flotta del car sharing fiorentina con 250 vetture. Inoltre il car sharing a flusso libero fiorentino si è arricchito di un nuovo gestore Adduma Car che ha messo in campo la sua flotta di 40 mezzi totalmente elettrici, di cui 32 auto e 8 furgoni.
Realizzazione di una rete capillare moderna ed interoperabile di colonnine elettriche con oltre 160 punti di ricarica ulteriori rispetto a quelli presenti, e sviluppo di un sistema di incentivazione a tutti i livelli per favorire l’uso e la diffusione di mezzi elettrici.Oltre alla rete delle colonnine di ricarica sono state installate 6 superfast recharge ad uso esclusivo dei taxi elettrici ed è in corso un nuovo progetto con Enel che prevede nell’anno 2018 la installazione di colonnine superfast per i cittadini.
Realizzare delle aree di parcheggio e ricarica intelligente (home station) delle flotte pubbliche elettriche all’interno dei parcheggi del Comune di FirenzeCon 179 stazioni di ricarica per le auto elettriche Firenze è la città con la più vasta rete del suo genere in Italia.Un primato confermato anche dalla classifica Euromobility 2017 che pone Firenze sul podio come prima città elettrica d’Italia per numero di veicoli in circolazione, taxi elettrici, stazioni di ricarica e via dicendo. Tra le azioni espletate il ricambio con i veicoli elettrici del parco mezzi del Comun, il carsharing ecologico, la rete delle colonnine per la ricarica, le 70 licenze per i taxi a impatto zero che possono contare su stazioni fast charge loro dedicate, senza dimenticare il sistema tranviario. I prossimi sviluppi punteranno su un centro storico sempre più pedonale, ciclabile ed elettrico anche grazie all’interescambio con i mezzi pubblici e la sharing mobiliy, il potenziamento della mobilità elettrica attraverso l’implementazione del sistema interoperabile di ricarica pubblica, con lo sviluppo di progetti di ricarica veloce e l’individuazione di soluzioni intermodali in grado di favorire l’utilizzo del mezzo elettrico.
Pedonalizzazione di Piazzale Michelangelo, Piazza del Carmine e Campo di Marte Viale PaoliPedonalizzazione Piazzale Michelangelo: fatta. Piazza del Carmine : pedonalizzazione fatta ed è in corso la riqualificazione della piazza. Per Campo Marte-viale Paoli l’intervento è stato rinviato conciderato il mantenimento Stadio Artemio Franchi.🔶
Realizzazione linee tramviarie due e treLa linea 2 – Peretola – Piazza dell’Unità d’Italia (Progetto Esecutivo Revisionato approvato con D.G.C. 110 del 16.04.14) e la l linea 3.1- Careggi – Firenze S.M.N. (Progetto Esecutivo Revisionato approvato con D.G.C. 110 del 16.04.14) sono in fase di cantiere.
La cantierizzazione prevede in totale 850 giorni (2 anni e 4 mesi) per la Linea 2 e 1198 giorni (3 anni e 3 mesi) per la Linea 3.1.
E’ in via di definizione la progettazione relativa alle estensioni del sistema tranviario verso la zona Sud-Est della città attualmente rappresentate dalla Linea 3.2 (approvato Progetto Preliminare).
Progettazione collegamenti tramviari a Sesto fiorentino/Polo Scientifico, Campi Bisenzio e Bagno a RipoliE’ attualmente in corso la gara per la progettazione di fattibilità tecnica ed economica del prolungamento della Linea 2 in direzione Sesto Fiorentino e della del prolungamento della Linea 4 fino a Campi Bisenzio. E’ stata nominata la commissione giudicatrice e si prevede l’aggiudicazione entro il 31/1/2018 a cui far seguire la sottoscrizione del contratto e l’avvio della progettazione che si prevede possa essere approvata entro il 2018.🔶

Sostituzione completa In tre anni di tutti i vecchi cassonetti nell’intera cittàNell’ambito della sostituzione delle postazioni stradali con postazioni interrate sono stati finora rimossi dal centro storico circa 630 cassonetti. I progetti attualmente in corso di valutazione nell’ambito di una conferenza di servizi (progetto UWC Fase 6) prevedono l’abolizione di circa 220 cassonetti mediante realizzazione di 27 nuove isole interrate.
Prosegue il progetto di sostituzione/rinnovo dei vecchi cassonetti nelle aree periferiche ultima delle quali ad essere interessata dal novembre 2017 quella di Novoli, nel Quartiere 5. Qui saranno tolte 122 postazioni di vecchi cassonetti side loader e campane azzurre (in totale 630 i contenitori rimossi), sostituite da 128 nuove postazioni per 665 nuovissimi contenitori up loader. Al nuovo sistema di raccolta si affianca il Centro di Raccolta San Donato (in viale Guidoni 37), un’area custodita dove conferire tutti quei materiali e rifiuti che per caratteristiche e dimensioni non vanno alla raccolta stradale.
Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti è già attivo in altre zone della città: San Jacopino – Redi – Puccini; Campo di Marte; Galluzzo – Senese – Porta Romana – San Gaggio ; Soffiano – Nenni – Torregalli; Leopolda – Belfiore; Forlanini.
🔶
Realizzazione del giardino nell’area dell’ex Meccanotessile e del giardino dell’Iris ristrutturato, insieme al nuovo parco Luzzi nell’area che sarà liberata dal campeggio del Piazzale Michelangelo. Completamento del verde pubblico e sportivo all’Argingrosso, al fine di concretizzare, il parco urbano più grande d’Europa: unica area verde di 340 ettari che si estende dalle Cascine fino all’ArgingrossoIl giardino nell’area dell’ex Meccanotessile è stato inaugurato a ottobre 2016. Si tratta di un’area di 6mila metri quadrati recuperata a giardino grazie ad un investimento dell’amministrazione di 1milione e 600mila euro.
A ottobre 2015 sono stati conclusi i lavori giardino dell’IRIS. L’area occupata dal campeggio del Piazzale Michelangelo è stata liberata.
Argingrosso: il Comune ha partecipato favorevolmente a bando per la realizzazione del sistema Ciclopista dell’Arno-Sentiero della Bonifica, che mira alla realizzazione di un percorso ciclabile lungo l’Arno, dalla sorgente alla foce, per complessivi 432 chilometri.
Nel luglio 2017 l’ inaugurazione della nuova pista ciclabile lungo la riva sinistra dell’Arno, tra il Lungarno dei Pioppi, i giardini dell’Argingrosso e il Ponte dell’Indiano e poi fino alla confluenza con la Greve. Si tratta di una lunga ‘strada bianca’ che è anche una sorta di grande anello ciclopedonale che collega l’Argingrosso alle Cascine da un lato e dall’altro si ricongiunge col ponte della tramvia. L’intervento è stato finanziato nell’ambito del programma regionale relativo al Sistema integrato ciclopista dell’Arno – Sentiero della bonifica dalla Regione Toscana.
Il costo totale è di 370 mila euro. La lunghezza dei due lotti è di circa tre chilometri. Nel 2017 inserita tra gli investimenti la realizzazione dello skate park e riqualificazione del parco.
La Regione Toscana incrementerà la dotazione arborea nell’ambito dell’Accordo di Programma Bosco della Pian
Completato il progetto di messa in sicurezza permanente di parte del Sito ARGINGROSSO-LE ISOLE (area interna-giardino comunale)
con avvio del piano di monitoraggio triennale.
Nuove APP per vivere i parchiRealizzata la app Walking City con contenuti in prossimo aggiornamento: lanciata la app Cascine Park . Nell’ambito PON Metro avviate nel 2017 due azioni: Sistema Informativo Verde Pubblico e mappatura dati georeferenziati sul verde e i parchi, che produrranno contenuti aggiornati
Realizzazione giardini Pozzi di MantignanoIn questo momento nessun intervento in programmazione. Stiamo tentando di accedere a finanziamenti europei per recuperare l’area,
Lotta agli inquinamenti acustico, atmosferico ed elettromagnetico, al fine di perseguire il massimo della vivibilità in ambito urbanoGli interventi previsti nel piano di azione comunale per la qualità dell’aria 2016 – 2019, approvato in Consiglio Comunale nel novembre 2016 (delibera n. 53) , ai sensi della L.R. n. 9 dell’11/02/ 2010 e della Delibera Giunta Regionale n. 1182 del 09/12/2015 , sono stati presentati ad aprile 2017 in un convegno a Palazzo Vecchio sull’inquinamento nelle aree urbane. Il Piano prevede una serie di iniziative da attuare per:
– perseguire la riduzione delle emissioni di sostanze inquinanti primarie e di precursori secondari che sono la causa dell’inquinamento dell’aria ambiente;
– ridurre ulteriormente i livelli di concentrazione delle polveri sottili (PM 10) al fine di mantenere il positivo trend raggiunto negli anni;
– ricondurre i livelli di concentrazione del biossido d’Azoto (NO2) entro i valori limite di legge;
– attuare interventi/azioni nel campo della mobilità finalizzati al potenziamento di sistemi di trasporto pubblico e collettivo (tranvie, mobilità elettrica, ecc) e della mobilità pedociclabile al fine di limitare le emissioni inquinanti;
– conseguire il risparmio energetico e l’uso efficiente dell’energia in considerazione del fatto che i consumi energetici sono una delle principali fonti di emissioni inquinanti in atmosfera;
– sviluppare sistemi di comunicazione volti all’educazione ambientale ed all’informazione sulle buone pratiche da adottare nel campo energetico e della mobilità finalizzati al contenimento delle emissioni inquinanti in aria ambiente
L’adozione di tutti gli atti consequenziali necessari alla realizzazione degli interventi presenti nel PAC 2016 – 2019 per la qualità dell’aria è demandata alle Direzioni competenti.
🔶
Valorizzazione dei turismo ambientale: creazione di situazioni quali mercatali, fiere, convegni per il turismo enogastronomico sui prodotti a filiera corta e tipici.
Realizzazione di un percorso ambientale e culturale che da porta san Niccolò attraverso i giardini delle Rose e dell’Iris conduca a piazzale Michelangelo
La Firenze Greenway è parte di un progetto destinato a alleggerire la pressione nel centro storico attraverso la valorizzazione di un percorso più ampio nel Viale dei Colli e un percorso pù specifico tra Giardino di Boboli, Forte Belvedere, Villa e Giardino Bardini, Museo Bardini. Questo percorso è già attivo parzialmente. Stiamo lavorando a una organizzazione più sistematica coordinando le varie amministrazioni e istituzioni interessate nell’ambito del Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze Patrimonio Mondiale UNESCO.
E’ stato eseguito un primo lotto di interventi di recupero dell’area adiacente il Giardino dell’Iris. Sono in corso lavori di regimazione delle acque all’interno del Giardino delle Rose. In corso di progettazione un secondo lotto di interventi nell’area adiacente il Giardino dell’Iris e alcune opere per l’installazione di orti in cassetta nel giardino di Palazzo Vegni.
Completamento del sistema di depurazione: chiusura dei lavori per la realizzazione del collettore in riva sinistra d’Arno e avvio del nuovo collettore Chiesi/Poggi e suo collegamento al collettore in destra d’ArnoRiva sinistra: la realizzazione degli interventi programmati ha risentito nel corso dell’esercizio delle situazioni di incertezza e di empasse legate alle vicende giudiziarie, sentenze, ricorsi, sospensive, appelli delle soc.sportive, rinvii sulla pronuncia da parte del Tribunale Superiore delle acque pubbliche. Tale situazione, fra l’altro già evidenziata l’anno precedente, ha indotto l’A.C. a non approvare al 31.12.16 il progetto di demolizione delle terrazze pertinenziali, bar e ristorante insistenti nell’area affidata alla soc.Rari Nantes.
Riva destra-Collettore: Publiacqua ha redatto il progetto esecutivo, che è stato sottoposto a verifica ai sensi del D.Lgs. 50/2016. La conferenza dei servizi conclusiva sarà convocata a febbraio 2018. Il progetto appaltabile, aggiornato alla luce dei pareri acquisiti in conferenza dei servizi, sarà conseguentemente disponibile.
Nuove aree cani. Progetto agility dog in aree per caniRiqualificate le aree cani in P.zza Dalla Costa, Via Toscanini e Via Castelnuovo Tedesco. In fase di realizzazione una nuova area cani in Via Alderotti. Predisposto progetto per P.zza D’Azeglio
Metanizzazioni per il miglioramento della qualità dell’aria: sostituzione del combustibile gasolio con il metano, con l’obiettivo di una riduzione dei consumi, di maggiori rendimenti delle caldaie e di un abbattimento delle emissioni di CO2 in atmosferaGli interventi di eliminazione delle centrali termiche a gasolio dal territorio comunale sono stati realizzati nell’ambito del più generale del Patto dei Sindaci che prevede la riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020. Sono stati realizzati i progetti di metanizzazione previsti nella programmazione dell’ente e nell’ambito della convenzione Consip SIE3 . Gli interventi di conversione delle centrali termiche da gasolio a gas metano sono stati i seguenti: Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci per il quale è stata eseguita, oltre alla metanizzazione, la razionalizzazione impiantistica, ovvero la realizzazione di un’unica centrale termica alimentata a gas metano in luogo di quattro centrali pre-esistenti (Biennio, Triennio, Professionale Nuovo, Palazzetto dello Sport), con accorpamento dei relativi impianti (4 impianti); Scuola Materna Villamagna , Scuola Elementare Diaz, Scuola Elementare Villani e Ludoteca Il Castoro, Asilo Nido, Scuola Elementare e Materna Colombo, Centro Accoglienza Santa Lucia, Padri Cappuccini Trespiano.
Ad oggi, rimane una sola centrale termica alimentata a gasolio, ovvero l’ex-Istituto d’arte di via San Brunone, che sarà oggetto di
metanizzazione. E’ stato altresì realizzato l’impianto di climatizzazione estiva ed invernale del Salone dei 200 di Palazzo Vecchio.
Rispetto alle campagne verso i privati promossa la sostituzione delle vecchie caldaie con impianti a metano; nel 2017 si è tenuto
il Convegno Nazionale ” Il Piano di Azione Comunale ( PAC ) 2016-2019 per la qualità dell’aria” con presentazione di dati e azioni messe
in atto ed è stata svolta una campagna informativa per il controllo degli impianti termici nella città,con invio alle famiglie di un
opuscolo informativo insieme al giornale ” Il Reporter “.
Vi è stato uno sviluppo dell’attività dei controlli ispettivi sugli impianti termici (10.500/anno programmati dal contratto di servizio Comunale
con Multiservice s.p.a, su un ” parco” di 160.000 impianti censiti dal Comune di Firenze),al fine verificare la loro sicurezza
ed efficienza energetica e di assicurare la messa a norma/ammodernamento di quelli risultati pericolosi o con gravi anomalie.
Dotare di un fontanello ogni “zona della città” ed in particolare le aree meno coperte dalla rete (Piazza della Vittoria, Peretola, Due Strade, Sorgane Piazza Istria, Piazza delle Cure)Oltre 250 i I fontanelli di Alta Qualità installati a cura di Publiacqua. Le richieste sono oggetto di valutazione e analisi da parte della Direzione Servizi tecnici.

Incrementare l’esperienza degli orti urbani come punti d’incontro per anziani e non.Sono 875 gli orti sociali che vengono assegnati, tramite bando, ai soggetti che hanno compiuto il 60° anno di età, pensionati che non svolgano attività lavorativa in proprio e per conto terzi.

Sviluppo e implementazione dei percorsi pedonali e ciclabili, come il Firenze Walking City, anche in vista della creazione di una Rete europea delle città camminabili( WAP-Walking People)E’ stata apposta la segnaletica all’interno dei percorsi del progetto “Firenze the Walking City”. Nel corso del 2016 i tre percorsi già realizzati negli anni precedenti se ne sono aggiunti altri due per un totale di 63 km. Tale attività è proseguita anche nel corso del 2017 per arrivare alla copertura dei 98 km dell’intero progetto.
Implementazione del sistema di wayfinding costituito da diversi punti di informazione e orientamento posti lungo percorsi ciclabili e pedonali, introducendo un numero crescente di tecnologie di Internet of ThingsIl sistema di wayfinding, attuato attraverso il Progetto “Firenze the walking city”, si realizza con la collocazione, su percorsi pedonali ben definiti riferibili a 7 zone della nostra città, di steli informative contenenti la mappa del percorso, le sue caratteristiche, alcune informazioni mediche sportive e uno specifico codice a barre bidimensionale (Qr code). Fino ad oggi sono 5 le zone in cui il progetto è stato completato. Prosegue nel 2017 la collocazione delle steli relative alle ultime 2 zone, Galluzzo/Pozzolatico e Settignano, per complessivi n. 23 elementi.
Interventi sugli impianti sportivi esistenti, nell’ottica soprattutto del risparmio energeticoL’attività volta all’efficientamento energetico viene attuata sia tramite progetti redatti ed eseguiti dalla direzione Servizi Tecnici sia attraverso progetti realizzati da società sportive, nell’ambito di compiti e funzioni stabiliti dalle convenzioni in essere e previsti nei nuovi bandi di concessione.
Fra gli interventi eseguiti dall’A.C. con finalità volte al risparmio energetico in questi anni si evidenziano: il montaggio dei teli isotermici presso la piscina Costoli, la realizzazione dell’illuminazione a led del palazzetto di San Marcellino, il rifacimento dell’impianto di illuminazione dei campi di calcio dell’Anconella e del Romagnoli. In fase conclusiva i lavori presso il Bocciodromo dell’Affrico, gli spogliatoi dell’Anconella, l’illuminazione della palestra di arrampicata presso il Mandela Forum e del campo di calcetto coperto di viale Malta.
Fra i progetti eseguiti dalle società sportive in questi anni si evidenziano: illuminazione a led del Mandela Forum, della palestra di atletica pesante di Rifredi, dei campi di calcio principale e secondario delle Due Strade e delle piscine Bellariva e Paganelli, interventi vari sui complessi sportivi di San Marcellino e dell’Affrico.
Adeguamento funzionale e valorizzazione degli impianti sportivi esistenti, fra i quali:
– Realizzazione di nuova pavimentazione in parquet presso il Palazzetto I.T.I. e presso la palestra Fois;
– Realizzazione del terzo pallone pressostatico presso la piscina Costoli;
– Riapertura della vasca tuffi della piscina Paganelli;
– Intervento di messa in sicurezza della copertura della palestra di atletica pesante di Rifredi;
– Ristrutturazione del Palazzetto di San Marcellino.
Sono stati effettuati numerosi interventi per la valorizzazione degli impianti sportivi. Rispetto a quelli citati a fianco si segnala:
– la realizzazione di nuova pavimentazione in parquet presso il Palazzetto I.T.I. e presso la palestra Fois, conclusa nel 2014;
– la realizzazione del terzo pallone pressostatico presso la piscina Costoli, conclusa nel 2014;
– la riapertura della vasca tuffi della piscina Paganelli ;
– l’intervento di messa in sicurezza della copertura della palestra di atletica pesante di Rifredi;
– la ristrutturazione del Palazzetto di San Marcellino conclusa nel 2015.
Proseguono interventi su ulteriori impianti. Ricordiamo, tra i principali nel 2017: i tre nuovi manti in erba sintetica nei campi calcio Anconella,Mantignano e Affrico, i lavori di ammodernamento e abbattimento barriere architettoniche al palazzetto sport Mandela, il nuovo impianto di illuminazione a led e la nuova gradinata impermeabilizzata dello stadio Gino Bozzi alle Due Strade, gli interventi manutentivi presso lo stadio Franchi, gli interventi per ottenimento Cpi e agibilità pubblico spettacolo presso impianti sportivi Galluzzo, Audace Legnaia, Velodromo, l’intervento di messa in sicurezza idraulica bocciodromo Albereta e recinzione dei campi da gioco, la ristrutturazione
e adeguamento funzionalel’impianto sportivo Affrico,la manutenzione straordinaria campo di calcio Pontormo, l’ampliamento spogliatoi
nella palestra di scherma annessa alla piscina Costoli, la demolizione esagoni e completamento sistemazioni esterne al complesso sportivo
Assi Giglio Rosso .
Avviati i lavori per la nuova palestra per la boxe nel Quartiere 2 . Eseguiti anche molti lavori nelle palestre scolastiche
quali nel 2017
– ristrutturazione servizi igienici e spogliatoi scuola Sauro Papini
• adeguamento palestra scuola Barsanti per tennis tavolo
• interventi abbattimento barriere architettoniche in edifici pubblici – Palestra scuola Barsanti: riqualificazione spogliatoi
per fruibilità diversamente abili e opere complementari
• scuola Paolo Uccello: rifacimento servizi igienici, spogliatoi e docce.
Incentivazione e coordinamento degli interventi eseguiti dalle società sportive sugli immobili di proprietà
comunale fra i quali:
– Aumento di capienza del Nelson Mandela Forum
– Esecuzione degli interventi da parte di ACF Fiorentina sullo Stadio Comunale “A. Franchi”, finalizzati
a migliorare il comfort degli spettatori, in particolare nel settore Maratona
– Trasformazione in erba sintetica del manto del campo di calcio di via del Pontormo, ad opera della
società sportiva Atletica Castello
– Ristrutturazione della palestra di atletica pesante di Rifredi ad opera della società sportiva Kodokan;
– Completamento zona ristoro dell’impianto sportivo gestito dalla società Audace Legnaia
– Ristrutturazione dei campi da gioco dell’impianto sportivo La Trave, ad opera della società sportiva UISP
Nel corso di questi anni vari sono stati gli interventi eseguiti dalle società sportive concessionarie degli impianti, coordinati dalla Direzione Servizi Tecnici. Fra essi si segnalano:
– Nelson Mandela Forum: aumento della capienza
– Stadio Comunale “A. Franchi”: interventi finalizzati a migliorare il comfort degli spettatori
– Campo di calcio di via del Pontormo: trasformazione in erba sintetica del manto di gioco
– Palestra di atletica pesante di Rifredi: completa ristrutturazione
– Impianto sportivo gestito dalla società Audace Legnaia: completamento zona ristoro
– Campo di calcio Due Strade: ristrutturazione spogliatoi e servizi tribuna principale e impianto di illuminazione campi
– Stadio Ridolfi: rifacimento manto pista
– Campo da football americano: intervento di potenziamento dell’impianto e rifacimento del manto in sintetico

Business intelligence e big data per attività di analisi ed elaborazione dati, mettendo in comune archivi amministrativi di diversa provenienza, a supporto delle decisioni e della razionalizzazione delle risorse, della trasparenza, della lotta all’evasione fiscaleNel primo semestre si sono ricevuti ed analizzati i dati degli operatori di telefonia mobile TIM e Vodafone per finalità di maggior conoscenza del territorio
Funzione statistica nell’ambito dell’agenda digitale, con la sperimentazione del censimento permanente, l’attuazione dell’archivio nazionale delle strade e dei numeri civici e il supporto all’anagrafe della popolazione residente, la riforma del Sistema statistico nazionale. Costituzione dell’ufficio di statistica metropolitanoPresentata nel 2015 la bozza di convenzione per la delega della funzione in materia di raccolta dati della città metropolitana di Firenze al Comune di Firenze da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale e del Consiglio Metropolitano.
Evento internazionale nel 2015 in ambito Major Cities of Europe sull’innovazione tecnologica e le smart citiesNell’ottica di intensificare la ricerca di partnership a livello europeo nei progetti di innovazione tecnologica, sia per reperire finanziamenti sia per offrire agli attori cittadini dimensioni internazionali nella realizzazione di progetti e iniziative Firenze è stata città ospite dell’evento annuale Major Cities of Europe lo scorso giugno 2016, che ha portato a Firenze 400 innovatori provenienti da 20 Paesi (da Tel Aviv, a Boston, a Copenhagen, Amburgo, Vienna, etc), e in cui la città ha mostrato i propri processi di innovazione e le soluzioni che i cittadini fiorentini possono già usare ogni giorno in città
Sviluppo applicazioni per turisti e city users per fruizione e mappatura dei contenuti storici e culturali della città e del suo patrimonio, anche ambientale, resi disponibili anche come open data. Firenze The walking City.E’ stata realizzata la app Firenze Walking City contenente i percorsi a piedi . necessità però di aggiornamenti.
Il Comune ha ottenuto nel 2017 un finanziamento di 300mila euro del Mibact per il progetto “Experience Florence: per una nuova esperienza digitale” nell’ambito del quale sono stati eseguiti importanti lavori strutturali e installate nuove attrezzature, oltre all’attivazione di un canale telefonico interamente dedicato ai turisti. Nell’ambito di questo progetto, per una migliore fruizione dei contenuti storici e culturali della città, è stata affidata ad Associazione Mus.e la realizzazione grafica e multimediale di un catalogo digitale, in nove diverse lingue, (oltre all’italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo, russo, cinese, giapponese, arabo) volto a descrivere la città in base a “filoni” tematici specifici, per promuovere Firenze ai diversi target turistici.
L’Ufficio UNESCO ha mappato e ha prodotto i testi in italiano e in inglese di 207 cartelli dei “Luoghi della Fede” e dei “Lions” dentro il Centro Storico per la segnaletica di prossimità.
Sviluppo applicazioni per infomobility, su sistemi interconnessi di reti di sensori e su opendata.
Sicurezza: applicazioni mobile Firenze Sicura e Progetto David. Sviluppo di sistemi GIS complessi a supporto decisionale e per la visualizzazione su mappa di cantieri e percorsi di viabilità, anche in tempo reale.
E’ stato sviluppato progetto What Works Cities con Bloomberg Philantropies su razionalizzazione dati sinistri stradali, pubblicazione in Open Data, partecipazione con associazioni di cittadini. Sempre in tale ambito si sono fatte surveys sulla utilità degli Open Data per i tecnici delle utilities e del Comune e per gli studenti alternanza scuola-lavoro🔶